Associazione Voltrimusica


 

 

 

Home

Associazione

Cons. direttivo

Statuto associativo

Appuntamenti

Attivita Svolte

Corsi di Canto

Coro Polifonico

Voci Bianche

Orchestra

Collaboratori

Recensioni

L'Organo

Siti Interessanti

 

Area riservata

 

associazione@voltrimusica.it

Associazione Voltrimusica

Reg. Uff. Atti Civili di Genova N° 14084-08/10/1997

Via Camozzini 9 – 16158 Genova Voltri

  

STATUTO
DELL’ASSOCIAZIONE VOLTRIMUSICA

approvato dall’Assemblea dei Soci il 18 aprile 1997

 

Art.1 È costituita l’Associazione Musicale “VOLTRIMUSICA” con sede sociale nei locali di proprietà della Parrocchia SS. Nicolò ed Erasmo, Via Camozzini 9, Genova Voltri, la quale li cede in comodato gratuito fino a che l’Associazione resti in vita in quanto tale.

Art.2   L’Associazione non ha alcuno scopo di lucro, è apartitica e si ispira alle finalità sociali-cristiane. Essa si propone come scopo lo studio e la diffusione della musica vocale e strumentale, con particolare riguardo a quella sacra. L’Associazione cura in particolare l’animazione musicale delle funzioni liturgiche nonché la partecipazione a manifestazioni musicali anche se organizzate al di fuori della Parrocchia dei SS. Nicolò ed Erasmo purché siano ispirate da finalità non confliggenti con quelle sopra indicate. L’Associazione, sempre nei principi sociali-cristiani che la animano, potrà promuovere autonome iniziative volte a diffondere la conoscenza della musica e la pratica del canto con particolare attenzione al territorio voltrese. L’Associazione, inoltre, nel perseguire gli scopi suddetti potrà collaborare con altre realtà, soprattutto operanti nel medesimo ambito territoriale, con le quali esista affinità di intenti. L’Associazione, sempre nel perseguimento delle proprie finalità, potrà decidere il proprio inserimento in forme associative più ampie a livello regionale e/o nazionale.

 Art.3 La durata dell’Associazione è a tempo indeterminato; il suo eventuale scioglimento o trasformazione anche parziale devono essere deliberati dall’Assemblea dei Soci a maggioranza assoluta. Le modalità di liquidazione verranno stabilite dall’Assemblea che deciderà, con una seconda votazione a maggioranza semplice, la destinazione dei fondi sociali, escludendone comunque la ripartizione fra gli associati.

 Art.4 Il patrimonio dell’Associazione è costituito da: beni mobili che diverranno di proprietà dell’Associazione; oblazioni, finanziamenti, contributi a fondo perduto degli associati o di terzi ed ogni altra liberalità che a qualsiasi titolo le provenisse; quote associative; eventuali fondi di riserva costituiti dalle eccedenze di bilancio.

 Art.5 L’Associazione si avvale dei contributi finanziari forniti dagli Enti pubblici e privati, di quelli ottenuti attraverso il tesseramento sociale, nonché offerti volontariamente da persone fisiche o giuridiche.

 Art.6 L’esercizio finanziario si chiude al 31 dicembre di ogni anno. Entro sessanta giorni dalla chiusura di ogni esercizio vengono predisposti dal Consiglio Direttivo il bilancio consuntivo e quello preventivo.

 Art.7  Costituiscono parte attiva dell’Associazione le seguenti componenti operanti presso la suddetta Parrocchia: il Coro Polifonico, fondato nel 1978; il Corso di Orientamento Musicale Corale (sezione Voci Bianche), sorto all’interno del Coro stesso nel 1991; l’Orchestra, costituitasi nel 1994.

 Art.8  Gli Organi attraverso i quali vengono articolate tutte le iniziative dell’Associazione sono: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Tesoriere-Segretario, il Collegio dei Revisori, il Collegio dei Probiviri.

 Art.9  I Soci si distinguono in coristi, allievi, strumentisti, ordinari, onorari. Gli aspiranti Soci, ad eccezione di quelli onorari, manifestano l’intenzione di aderire, ovvero sottoscrivono una domanda di ammissione all’Associazione (con le modalità sotto specificate per ogni singola categoria) che verrà accolta o respinta dal Consiglio Direttivo con il parere favorevole della maggioranza relativa dei presenti con deliberazione inappellabile. Requisito prioritario per i Soci, a prescindere dal ruolo ricoperto, è il possesso delle qualità necessarie e conformi agli obiettivi morali di questo Statuto.

 Art.10 Sono Soci coristi le persone con età non inferiore ad anni quindici che, avendo superato una prova preliminare alla presenza del Direttore Artistico e del Presidente, vedranno accolta la loro richiesta di adesione.

 Art.11 Sono Soci allievi le persone con età compresa tra sei e quattordici anni che, su parere favorevole del Direttore Artistico, vedranno accolta la loro domanda, scritta e firmata da un genitore o da chi ne fa le veci, di partecipazione al Corso di Orientamento musicale Corale.

 Art.12 Sono Soci strumentisti le persone senza limiti di età che, in possesso dei titoli didattici e/o artistici verificati dal Direttore Artistico e dal Presidente, vedranno accolta la loro domanda di adesione.

 Art.13 Sono Soci ordinari le persone fisiche che intendono aderire all’Associazione condividendone gli obiettivi e impegnandosi a promuoverne l’attività senza far parte dell’organico vocale o strumentale.

 Art.14 Sono Soci onorari le persone fisiche di particolare benemerenza e prestigio nel campo di interesse dell’Associazione alle quali il Consiglio Direttivo, previa segnalazione di almeno cinque Soci, decide di conferire l’appartenenza senza richiedere alcun contributo in denaro.

 Art.15 Soci coristi, strumentisti, ordinari e onorari esercitano in Assemblea il diritto di voto; per i Soci con età inferiore ad anni quattordici tale diritto è esercitato da un genitore, o da chi ne fa le veci, non necessariamente associato.

  Tutti i Soci, ad esclusione di quelli onorari, sono tenuti a versare la quota associativa annualmente fissata dal Consiglio Direttivo.

Soci coristi, strumentisti ed allievi sono tenuti a prendere parte alle prove, ovvero ai Corsi di Orientamento, secondo il calendario fissato dal Direttore Artistico, il quale si riserva, con deliberazione inappellabile, la facoltà di ammettere o meno i singoli Soci alle pubbliche esecuzioni in base alla frequenza alle prove ed al livello di preparazione raggiunto.

 Art.16 La qualità di socio si perde per decesso, dimissioni, morosità o indegnità; queste ultime due cause sono deliberate rispettivamente dal Consiglio Direttivo e dell’Assemblea dei Soci.

 Coristi, allievi o strumentisti possono altresì essere radiati dall’Associazione per ripetute assenze ingiustificate alle prove o alle pubbliche esecuzioni, su segnalazione del Direttore Artistico, con deliberazione inappellabile del Consiglio stesso.

 Art.17 L’Assemblea dei Soci è convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno mediante comunicazione scritta a ciascuno o mediante affissione all’albo sociale entro quindici giorni dalla data di convocazione, ed ogni altra volta che il Consiglio stesso o almeno un terzo dei Soci ne faccia richiesta motivata. L’Assemblea dei Soci è regolarmente costituita con la partecipazione di almeno un terzo degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Ciascun Socio non può avere in Assemblea un numero di deleghe superiore al 10% del numero complessivo degli associati. Nelle delibere di approvazione del bilancio e in quelle che riguardano la loro responsabilità, i componenti del Consiglio Direttivo e del Collegio dei Revisori non hanno diritto di voto. L’Assemblea dei Soci delibera all’unanimità sulle variazioni di Statuto o sullo scioglimento dell’Associazione, a maggioranza semplice negli altri casi. Le deliberazioni sono assunte a scrutinio palese. Ogni due anni l’Assemblea dei Soci elegge a scrutinio segreto il Presidente, il Segretario, i Consiglieri, il Collegio dei Revisori dei conti, ogni quattro anni il Collegio dei Probiviri. Delle riunioni e delle votazioni effettuate dall’Assemblea viene redatto verbale a cura del Segretario su apposito registro firmato dal Presidente e dai membri del Consiglio Direttivo presenti.

 Art.18  Il Consiglio Direttivo è investito dei più ampi poteri, senza limitazione alcuna per l’amministrazione, la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione e per gli eventuali provvedimenti disciplinari a carico dei soci (ammonizione, sospensione o espulsione, ad eccezione dell’espulsione per indegnità sancita dall’Assemblea). Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza dei propri componenti e, in caso di parità, il voto del Presidente vale doppio. Il Consiglio si riunisce quando il Presidente lo ritenga necessario, quando ne sia fatta richiesta da almeno due dei suoi membri e comunque almeno una volta all’anno per deliberare in ordine a: bilancio consuntivo e preventivo dell’Associazione da presentare all’Assemblea dei Soci; ratifica delle ammissioni di nuovi soci; nomina del Direttore Artistico; importo annuale delle quote associative; nomina, su proposta del Direttore Artistico, dei docenti del Corso di Orientamento musicale, tenuto conto dell’integrità morale, dei meriti artistici e/o del curriculum professionale dei candidati; regolamento interno delle varie componenti attive dell’Associazione; iniziative finalizzate alla divulgazione delle attività dell’Associazione; organizzazione pratica di tutte le iniziative, concerti, saggi, corsi, conferenze, gite sociali a carattere culturale, scambi culturali a livello nazionale ed internazionale dell’Associazione.

 Art.19 Il Consiglio Direttivo è formato da: un Presidente, un Tesoriere-Segretario, cinque Consiglieri rappresentanti proporzionalmente le diverse articolazioni sociali (coristi, allievi, strumentisti, ordinari/onorari). Il Presidente, il Segretario e i cinque rappresentanti sono eletti dall’Assemblea fra i Soci di età superiore ad anni diciotto, durano in carica due anni e sono tutti rieleggibili. Uno dei consiglieri svolge le mansioni di Vice Presidente. Sono membri di diritto, entrambi con diritto di voto, il Direttore Artistico e l’Arciprete della Parrocchia SS. Nicolò ed Erasmo.

 Art.20 Il Presidente ed il Segretario hanno facoltà di rappresentanza legale dell’Associazione, nei confronti di terzi, anche disgiuntamente. Il Presidente cura l’esecuzione delle deliberazioni prese dall’Assemblea dei Soci e dal Consiglio e, nei casi di giustificata urgenza, può esercitare i poteri spettanti al Consiglio, salvo ratifica da parte di questo nella prima riunione. Il Vice Presidente, nominato dal Presidente nella prima riunione tra i cinque Consiglieri, ne assume le funzioni in sua assenza, salvo quanto sopra previsto per la rappresentanza legale. Il Segretario si occupa dell’ordinario svolgimento dell’attività dell’Associazione, ne custodisce ed aggiorna l’archivio, redige i verbali delle riunioni, aggiorna i libri contabili ottemperando a tutte quelle mansioni che sono di norma di sua competenza. I Consiglieri collaborano per la migliore gestione dell’Associazione. Il Direttore Artistico viene nominato dal Consiglio Direttivo ed è investito di completa autonomia per quanto concerne l’istruzione e la direzione del coro, dell’orchestra e degli allievi, nonché la gestione dell’attività artistica e musicale in genere. Tutte le cariche del Consiglio Direttivo sono gratuite.

 Art.21 La gestione dell’Associazione è sottoposta al controllo del Collegio dei Revisori, costituito da due membri eletti dall’Assemblea fra i Soci di età superiore ad anni diciotto e/o fra i componenti del Consiglio per gli Affari Economici della Parrocchia dei SS. Nicolò ed Erasmo. Essi durano in carica due anni e non sono rieleggibili per più di tre mandati consecutivi. I Revisori accertano la regolare tenuta della contabilità sociale e possono procedere in qualsiasi momento, anche individualmente, ad atti di ispezione e di controllo.

 Art.22 Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri eletti dall’Assemblea fra i Soci di età superiore ad anni venticinque, durano in carica quattro anni e sono rieleggibili. Tutte le controversie riguardanti l’Associazione tra i Soci e tra questi e l’Associazione ed i suoi Organi saranno sottoposti, con esclusione di qualsiasi giurisdizione, alla competenza del predetto Collegio che giudicherà pro bono et æquo esclusa ogni formalità di procedura con lodo inappellabile.

 Art.23 L’Associazione è regolata dall’Atto Costitutivo, dal presente Statuto e dai Regolamenti interni relativi alle singole componenti dell’Associazione redatti dal Consiglio Direttivo, approvati e modificabili dall’Assemblea.